Rete Internet: potenzialità delle Community e Forum

La Rete Internet non offre sono servizi ed informazioni ma è anche e, soprattutto, diventata un vero e proprio punto d’incontro per tutte quelle persone che condividono gli stessi interessi o che desiderano esprimere la loro opinione e comunicare il proprio punto di vista.

Molti sono i siti Internet di associazioni, aziende, imprese che presentano una sezione denominata Contatti o Scrivi, all’interno della quale sono indicati gli indirizzi di posta elettronica che si possono contattare per richiedere informazioni o per inviare i propri commenti e/o suggerimenti. Per scambiare le proprie opinioni con altre persone è possibile partecipare a Forum di discussione, Gruppi, Community e Blog.

Forum di discussione e Gruppi Virtuali: finalità

I siti che li organizzano mettono a disposizione degli utenti spazi appositamente pensati per facilitare la comunicazione e lo scambio di opinioni tra i partecipanti, i quali possono inserire con semplicità i propri commenti su varie tematiche: attualità, salute, benessere, viaggi e natura, soldi, motori, moda, scienza, politica, cucina etc.

Generalmente per accedere ad un gruppo viene richiesta la registrazione dell’utente che dovrà fornire un nome utente ed una password da utilizzare tutte le volte che vuole accedere all’area di discussione.

Gli argomenti di dibattito all’interno di un forum sono molteplici ma, solitamente ogni forum è dedicato ad un particolare argomento. Tutti i messaggi inseriti sono raccolti nelle pagine del forum e sono visibili a tutti gli iscritti che possono leggerli e commentarli.

Google Gruppi: dove la discussione è di casa

Sulla Rete sono disponibili diversi applicativi gratuiti che consentono di creare un proprio gruppo online. Tra questi un valido esempio è Google Gruppi, disponibile all’indirizzo www.groups.google.com, attraverso il quale è possibile configurare un ambiente online per la discussione di diversi argomenti relativi ad un oggetto specifico.

Google Gruppi permette di:

  • prendere parte a discussioni su un tema specifico,
  • creare un gruppo di assistenza clienti per un prodotto con domande e risposte, ad esempio, una parte del software programmato dalla tua impresa,
  • organizzare riunioni, conferenze, eventi sociali tra i membri del gruppo,
  • trovare persone con hobby, interessi, background simili,
  • leggere post di gruppi tramite email, interfaccia online oppure entrambe.

I ruoli utente in Google Gruppi: partecipanti ed amministratori

Esistono due tipi di ruoli utente in Google Gruppi: partecipanti ed amministratori. I partecipanti si iscrivono al gruppo e partecipano alle discussioni del gruppo stesso mentre, gli amministratori creano nuovi gruppi e gestiscono i membri, le discussioni e diverse altre impostazioni del gruppo. Le autorizzazioni del ruolo determinano ciò che un utente può fare all’interno del gruppo stesso. L’accesso a Google Gruppi è possibile anche da Android o Apple iOS.

Wikipedia: un esempio di “creatività collaborativa”

Un interessante esempio di creatività collaborativa, di discussione e di confronto, è rappresentato dal sito Wikipedia (www.wikipedia.org/wiki): si tratta di un’enciclopedia online, multilingue a contenuto libero, redatta da volontari e sostenuta da Wikipedia Foundation, un’organizzazione non profit. Si tratta di un esempio coraggioso di ricerca alternativa di u nuovo percorso culturale, innovativo e culturalmente stimolante.

TED.com: “ideas worth spreading”

Di grande interesse sono altri siti collaborativi, aperti a forum di discussione tra i lettori, come TED (www.ted.com), la cui mission è riassunta nella formula “ideas worth spreading” ovvero “idee degne di essere diffuse”, Nel sito sono pubblicati gratuitamente i migliori interventi ai convegni (TED Technology, Entertainment Design), una conferenza che si tiene ogni anno in California. Le lezioni abbracciano una vastissima gamma di argomenti che comprende scienza, arte, politica, temi globali, architettura, musica e tanti altri argomenti di discussione. Per partecipare occorre iscriversi e registrarsi.

YouTube: Broadcast yourself

YouTube, sito Internet creato nel 2005 da tra giovani americani in un garage di San Mateo in California e, divenuto rapidamente molto popolare a livello planetario. La sua peculiarità è quella di consentire a chiunque il caricamento, la visione e la condivisione in rete di filmati. YouTube mette a disposizione la piattaforma multimediale per inviare i propri filmati online, in modo tale che essi possano essere condivisi. Spesso contiene materiale di terze parti come filmati che possono riguardare spettacoli televisivi, concerti, avvenimenti sportivi o video personali. 

Broadcast yourself è lo slogan della compagnia che incita i propri utenti ad usare la loro creatività, inserendo i personali contributi video: clip musicali, ricette di cucina, video blog nel libero “spirito di Internet”. Uno dei siti più visitati al mondo, YouTube vieta la presenza di materiale coperto da diritti e di materiale pornografico: a questo scopo il sito effettua un controllo su quanto viene immesso, attraverso un sistema di riconoscimento delle immagini. YouTube è accessibile da Pc, Tablet e da Android o Apple iOS.

Jacqueline Facconti

Dr.ssa FACCONTI JACQUELINE. Laurea magistrale in STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO conseguita con votazione 110 e lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Web Editor e Web Content Manager, Redattore e cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione e merceologia. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista e collaboratrice presso U.O Tributi Comune di Sarzana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *