Snapchat: che cos’è e come funziona

Sempre più conosciuta ed utilizzata dai cyber-utenti è l’app Snapchat, un’applicazione di messaggistica istantanea per dispositivi mobili fondata da Evan Siegel, CEO e da Bobby Murphy, co-founder nel 2011.

Snapchat permette di inviare e di visualizzare foto, video, testi in modalità pubblica o privata; utilizza un linguaggio diverso e piuttosto peculiare rispetto a quello in uso sulle altre piattaforme: immediato, diretto e live.

Per quanto concerne i contenuti testuali, essi sono ridotti all’essenziale e l’aspetto dei contenuti è contraddistinto dall’emoji; inoltre, sfrutta la potenza dei contenuti “verticali”, soprattutto video, per un’esperienza davvero unica e tutta da scoprire.

Snapchat è stata lanciata sul mercato e concepita per essere un’applicazione fotografica che definisca uno spazio realistico e concreto, il quale consenta all’utente di condividere il proprio stato d’animo ed emozionale nell’esatto momento in cui viene fruita l’app.

Dal punto di vista del successo, dal momento della sua fondazione sul mercato ad oggi, Snapchat non ha mai conosciuto crisi: registra milioni di utenti attivi al mese, specie donne e giovanissime di età compresa tra i 15 ed i 24 anni. Il successo di Snapchat è confermato anche dai dati e dai “tornanti” di assoluto rilievo. 

Snapchat: tappe del successo ascendente

  • Anno 2012: nel mese di giugno, viene superata la soglia di cento milioni di Snap, successivamente viene introdotta la feature che consente di “customizzare” i contenuti con disegni a mano libera e viene superata nell’ottobre dello stesso anno la soglia di un miliardo di Snap inviati e viene resa disponibile la versione di Snapchat per Android, oltre alla possibilità di condividere video e foto con la versione iOS.
  • Anno 2013: introduzione della possibilità di condividere video anche tramite dispositivi Android, vengono introdotte le Snapchat Stories (mezzo di comunicazione one-to-many).
  • Anno 2014: viene introdotta Our Story, la funzionalità che consente di condividere un proprio contenuto all’interno di una storia collettiva, vengono introdotti i Geofilter, immagini statiche che possono essere aggiunte agli Snap e viene introdotto il primo contenuto sponsorizzato.
  • Anno 2015: viene introdotto Discover, l’area dedicata agli editori che consente di raccontare storie, viene introdotta la possibilità di scaricare il proprio Snapcode in formato vettoriale tramite sito web e viene introdotto il tap to view.
  • Anno 2016-2017: vengono introdotti gli On Demand Geofilters, filtri geolocalizzati creati dalla community per fare fronte ad esigenze personali o legati al business, viene introdotta la Chat 2.0, la possibilità di utilizzare stickers e viene introdotto Memories.

Come funziona Snapchat?

Snapchat si divide in cinque sezioni, accessibili tramite swipe sulla schermata:

  • Fotocamera: all’apertura dell’app, la prima schermata che appare è quella relativa alla fotocamera con un immediato invito a scattare una foto o a registrare un video per poter condividere quello che sta accadendo in quella frazione di secondo. Con il pulsante principale è possibile scattare una foto (singolo tap) o registrare un video. Una volta realizzata la foto o il video, i contenuti possono essere modificati aggiungendo emoji, sticker, testo, disegni etc.. Nel caso di video, è possibile anche aumentare la velocità, diminuirla o invertire la riproduzione.
  • Profilo ed amici: dalla schermata principale scorrendo verso il basso e facendo clic sul logo di Snapchat, si accede alla sezione Profilo ed amici. Lo Snapcode è il codice univoco che identifica il profilo e viene creato automaticamente nel momento in cui si apre il profilo stesso. Cliccando sullo Snapcode si apre la fotocamera che consente di personalizzare il profilo con una o più foto.
  • Chat: dalla schermata principale è possibile accedere alla sezione Chat, facendo clic sull’icona del messaggio in basso a sinistra oppure scorrendo il dito verso destra. La chat mostra tutte le discussioni attive in ordine cronologico e fornisce una serie di strumenti che la rende particolarmente dinamica.
  • Storie: dalla schermata principale si accede alla sezione Storie facendo clic sull’icona in basso a destra oppure scorrendo sullo schermo verso sinistra. La sezione Storie equivale al News Feed dei Social; in alto alla schermata è possibile trovare La mia storia, l’insieme di Snap che sono state pubblicate nelle ultime 24 ore. Sotto La mia storia si trova la sezione Discover e sotto alla stessa compaiono gli Aggiornamenti recenti, le storie pubblicate nelle ultime 24 ore dalle persone che abbiamo deciso di seguire.
  • Discover: dalla sezione Storie, abbiamo detto che si può accedere a Discover, uno spazio dedicato agli editori che Snapchat ha introdotto a partire dal 2015. Ogni editor ha uno spazio dedicato all’interno di Discover, dove appare l’anteprima de contenuto, titolo e logo. I contenuti testuali parlano di attualità e di temi vicini ai target e l’esperienza è “a tutto schermo”.
Jacqueline Facconti

Dr.ssa FACCONTI JACQUELINE. Laurea magistrale in STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO conseguita con votazione 110 e lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Web Editor e Web Content Manager, Redattore e cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione e merceologia. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista e collaboratrice presso U.O Tributi Comune di Sarzana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *