Strategie di Copywriting: scrivere in ottica SEO

Sempre più ambita e ricercata è la figura del Copywriter, il quale non deve essere solo uno “scribacchino” ma deve essere un abilissimo social strategist in grado di produrre contenuti editoriali e testi ottimizzati in ottica SEO, per raggiungere un buon posizionamento sui motori di ricerca.
Chi decide di diventare un Copywriter di successo, deve imparare fin da subito a redigere contenuti editoriali di ogni argomentazione (attualità, politica, economia, cultura, moda, alimentazione, wellness, etc.) in ottica SEO e con contenuti che siano di qualità.
E’ bene essere corretti dal punto di vista grammaticale, nella costruzione delle frasi, nelle espressioni, evitare i refusi, le imprecisioni, gli errori di grammatica e rileggere sempre il testo prima di procedere con la pubblicazione definitiva nel Blog, nel Magazine o Testata giornalistica online.
Ma quali sono gli elementi rilevanti e fondamentali per proporre al pubblico di lettori (targetizzato in base alle destinazioni dei contenuti editoriali di qualità) testi, articoli e posts che rispondano ai canoni della scrittura creativa in ottica SEO? Scopriamoli in questa guida, la quale costituisce un valido ausilio didattico e formativo per chi si interfaccia e decide di intraprendere la professione del copy, sia per chi ha già consolidata esperienza nella scrittura ma, vuole migliorarsi ulteriormente per creare contenuti di qualità elevata.


Ricercare le parole chiave: il ruolo delle keywords

Le Keywords o parole chiave assolvono ad una funzione fondamentale per chi decide di redigere posts, articoli o guide in ottica SEO.
Nella semantica del linguaggio, per keyword si intende quel termine o parola che in un testo si presenta più volte di quanto ci si aspetterebbe.
Si deve sempre scegliere la parola chiave o le parole chiave su cui vogliamo sviluppare un articolo di qualità e scoprire se effettivamente sono importanti per il buon posizionamento del sito sui motori di ricerca.
Un valido Tool a nostro supporto è Google Adwords, lo strumento principe per un’ottima pianificazione delle parole chiave (keywods). Si tratta di un’officina e di una cassetta degli attrezzi su cui costruire nuove campagne per la rete di ricerca o espandere quelle esistenti.
Si può cercare idee per keywords, ricavare statistiche storiche, visualizzare il potenziale rendimento di un elenco di keywords e di creare un nuovo elenco di parole chiave mettendo insieme i diversi elenchi.
Lo Strumento di pianificazione delle keywords è una funzione gratuita di Google AdWords che ti aiuta ad individuare quali sono le offerte e i budget più competitivi da utilizzare con le tue campagne.

Ricercare le tematiche giuste che stimolino l’attenzione del lettore

Il buon copywriter deve essere in grado di scegliere contenuti editoriali di grande interesse e “customizzarli” in base alle esigenze del target di lettori e di destinatari dei contenuti testuali.
Ovviamente se si redige un articolo che abbia ad oggetto “La proroga del 770” non si deve inserire all’interno di una Rivista o Magazine di Benessere o Moda, in quanto è fuori tema e “svierebbe” l’attenzione del pubblico (target).
Piuttosto, un articolo sviluppato sulla Proroga del Modello 770 dovrebbe essere inserito all’interno di un Magazine o Blog che tratti di argomenti fiscali, finanziari ed economici, oltre che di attualità e news.
Il contenuto editoriale dell’articolo deve essere “confezionato” in base al piano editoriale olistico, ai destinatari (target) che si vuole raggiungere e in base alle novità o ai concetti e nozioni che si vogliono comunicare.

Il contenuto editoriale: qualità e formattazione

Ogni articolo deve essere sviluppato paragrafando e formattando il testo. Ovviamente, occorre scrivere contenuti di qualità e originali:  si prediligono articoli di lunghezza superiore alle 400 parole con un’introduzione, un corpo centrale suddiviso in paragrafi (titoletti in grassetto) ed una conclusione riassuntiva.
Le keywords devono comparire già nel “cappello” introduttivo e devono essere ripetute naturalmente, senza forzature, nel testo. Occorre formattare ad hoc il testo (grassetto, corsivo, sottolineatura) e non si deve fare mai copia ed incolla.
Occorre inserire links (interni ed esterni), un’immagine in evidenza o una galleria di immagini.
Il titolo deve attirare l’attenzione dell’utente e non deve essere troppo lungo o corto: si preferiscono titoli con un numero di caratteri intorno ai 70-75. Inserire la metadescription, descrizione di 150-180 caratteri che compare sotto il titolo e l’ URL all’interno dello snippet nei risultati dei motori di ricerca.
Seguendo questa guida, sicuramente avrai compreso come sia importante sviluppare articoli ben fatti e di elevata qualità per permettere un posizionamento ottimale sui motori di ricerca. Basta esercitarsi quotidianamente, una buona dose di intuito e di analisi per creare dei contenuti editoriali “oriented SEO“.

Jacqueline Facconti

Dr.ssa FACCONTI JACQUELINE. Laurea magistrale in STRATEGIA, MANAGEMENT E CONTROLLO conseguita con votazione 110 e lode, Master in Comunicazione, Impresa, Assicurazione e Banca. Web Editor e Web Content Manager, Redattore e cultrice di materie economiche, finanza, assicurazione e merceologia. Esperta in Quality e Human Resource Management, scrittrice professionista e collaboratrice presso U.O Tributi Comune di Sarzana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *